icona certificazioni

Bluesign

Tutto quello che devi sapere

Come funziona questa guida?
L’associazione no-profit Vesti la natura mette a disposizione diverse guide gratuite appositamente create per promuovere, tra consumatori e imprenditori, la scelta di materiali e prodotti certificati.

Vuoi conoscere tutte le certificazioni?
Cover certificazioni tessili

Indice dei contenuti

Cos’è Bluesign?

Bluesign® è un sistema di certificazione che fornisce soluzioni ambientali per industrie della moda e marchi. L’obbiettivo è quello di elaborare un piano strategico per rendere la produzione più sostenibile, su piccola o larga scala. Sulla base di rigorosi criteri, vengono studiati strumenti e servizi per supportare le aziende nel loro cammino verso uno sviluppo sostenibile.

Bluesign® nasce nel 1997, in Svizzera, dove è stato compiuto uno sforzo comune per sviluppare un prodotto tessile con il minor impatto ambientale possibile, offrendo maggior sicurezza a lavoratori e consumatori.

Al fine di rendere questo progetto accessibile a quante più aziende possibili, dalla Svizzera è nata una società indipendente: Bluesign. L’obiettivo principale è motivare fornitori, produttori e brand di moda a ridurre l’impronta ambientale dei tessuti, con particolare attenzione alle sostanze chimiche utilizzate.

In qualità di ente indipendente, Bluesign® monitora i progressi compiuti dalle aziende in questo processo, garantisce il continuo sviluppo di soluzioni ottimizzando di anno in anno i propri criteri.

La certificazione Bluesign® garantisce un approccio unico per minimizzare l’impatto ambientale durante il processo di produzione, un approccio chiamato Input Stream Management: le sostanze e le materie prime applicate vengono verificate prima del loro utilizzo in una catena di produzione.

In pratica, invece di testare i prodotti finiti, il sistema Bluesign® viene applicato prima della produzione. Ciò significa, che fornitori, produttori, rivenditori, marchi di moda, devono essere sottoposti a rigorosi test per verificare la conformità ai criteri Bluesign®.

Questo innovativo sistema riduce l’impatto ambientale sull’intera filiera tessile, infatti, con il suo approccio, l’Input Stream Management fornisce una soluzione efficiente per produttori di tessuti e marchi di moda, valutando prima di tutto i prodotti chimici utilizzati nelle varie fasi di lavorazione.

Quando la moda è sostenibile?

Come riconoscerla?

Dove acquistarla?

Inizia il tuo percorso!

di

Logo Vesti la natura verde

Certificazione Bluesign

La Blue Way (la via blu) di Bluesign rappresenta la visione e la mentalità di una produzione responsabile e sostenibile rivolta al settore tessile. Bluesign è un complesso sistema di certificazione che fornisce ambienti più sostenibili e sicuri e per le persone, lavoratori del settore e consumatori finali.

Possiamo quindi definire un prodotto di moda certificato Bluesign come ecologico, ma anche socialmente etico.

Come sappiamo moda e inquinamento sono strettamente collegate tra loro e, spinta da un approccio olistico, Bluesign traccia un percorso lungo tutta la filiera di produzione, apportando miglioramenti in ogni singola fase di produzione:

  • Produttività delle risorse utilizzate
  • Sicurezza dei consumatori
  • Salute e sicurezza sul lavoro
  • Consumo di acqua/energia
  • Controllo delle emissioni in aria

Bluesign riduce drasticamente l’impatto ambientale dei tessuti. In qualità di fornitore di soluzioni, Bluesign opera come ispettore indipendente per garantire massima fiducia e trasparenza. In linea con questo approccio, Bluesign incoraggia l’industria tessile ad aumentare i propri sforzi nei processi sostenibili, passo dopo passo.

L’inquinamento ambientale causato dall’industria tessile è sotto gli occhi di tutti. Inquinamento delle acque, aria sporca, terreni contaminati – il peso dell’inquinamento ambientale, come risultato dell’azione umana, è diventato sempre più chiaro.

Anni prima che entrasse in vigore il Regolamento Europeo denominato REACH, Bluesign poneva le basi per una gestione chimica più attenta, scrivendo la più lunga lista al mondo di sostanze chimiche pericolose: Restricted Substances List (RSL) – Elenco delle sostanze soggette a restrizione – una lista che regola l’uso di oltre 900 sostanze chimiche, e rende inutilizzabili circa 600 sostanze tossiche.

Sono stati identificati e classificati oltre 20.000 prodotti chimici comunemente utilizzati nel settore tessile e con l’introduzione della RSL, centinaia di tonnellate di sostanze chimiche pericolose “potrebbero” essere sostituite con alternative sicure, in tutta la produzione globale di prodotti tessili.

L’innovazione tessile, di anno in anno, tende a sviluppare nuovi prodotti chimici sempre più ecologici. Quindi le alternative esistono, basta solo informarsi e sostituire quelle obsolete con quelle nuove. Se così fosse, i rischi per le persone e per l’ambiente potrebbero essere ridotti drasticamente.

Peccato che Bluesign sia una certificazione volontaria, e non obbligatoria. Come lo è anche l’adesione al programma Detox My Fashion, una campagna lanciata da GreenPeace per ridurre l’uso di queste sostanze tossiche ai piani alti della moda, coinvolgendo i grandi brand, e le grandi catene distribuzione della Fast Fashion.

Requisiti della Certificazione Bluesign

Secondo i criteri dettati da Bluesign, le aziende tessili ed i marchi sono tenuti ad agire in modo responsabile e sostenibile nei confronti delle persone, dell’ambiente e delle risorse energetiche da utilizzare. Le regole contengono tutte le informazioni rilevanti e assicurano trasparenza e tracciabilità coerenti in tutte le fasi di lavorazione, partendo chiaramente dalle materie prime da utilizzare.

Particolare attenzione viene posta per i prodotti intermedi, quelli creati in azienda o acquistati da terze parti, poiché solo i prodotti testati da Bluesign possono ottenere l’etichetta Bluesign® APPROVED.

Ogni piccolo accessorio è il risultato di un complesso processo di produzione, per questo motivo è necessario testare materiali grezzi e componenti come i coloranti, o altri materiali chimici ausiliari/di supporto. Il sistema Bluesign offre soluzioni green anche ai produttori di questi componenti (fornitori esterni).

Tutti i componenti che superano i test sono contrassegnati come Bluesign® APPROVED, ecco perché non ci sono anelli mancanti, ne tra i materiali, ne sulle varie fasi di produzione. Tutto deve essere sotto controllo.

Per applicare l’etichetta con il logo Bluesign® almeno il 90% di tessuto ed il 30% degli accessori devono essere omologati Bluesign®. Possiamo quindi affermare che un prodotto con etichetta Bluesign® è stato realizzato da un’azienda che si impegna verso una produzione più sostenibile.

L’obiettivo resta quello di raggiungere il 100% dei componenti approvati Bluesign, il che sarebbe garante del massimo grado di sicurezza per il consumatore finale.

Ma.. cerchi prodotti certificati Bluesign?

Una vetrina dove puoi trovare Marchi di Moda sostenibile, etica e cruelty free garantiti dalla supervisione della nostra associazione:

Illustrazione di un vestito verde

Obbiettivi della certificazione Bluesign

Le azioni responsabili nei confronti delle persone, verso l’ambiente e verso le risorse energetiche sono al centro degli obbiettivi di Bluesign. Servizi efficienti rendono la sostenibilità semplice e orientata alla pratica. Fornitori di prodotti chimici, aziende tessili, marchi di moda, possono unirsi a Bluesign per:

  • Aumentare le performance di sostenibilità
  • Minimizzare i rischi per le persone e l’ambiente
  • Ottimizzare la redditività risparmiando sui costi
  • Lavorare in una rete di fornitori già consolidata
  • Migliorare i requisiti competitivi
  • Costruire fiducia e un’immagine positiva

Fornire consulenze alle aziende in merito a come ridurre lo spreco di risorse, migliora l’impatto aziendale sulle persone e sull’ambiente, e allo stesso tempo permette di risparmiare denaro.

Bluesign, insieme ai principali produttori di prodotti chimici per l’industria tessile, è convinta che l’uso della migliore tecnologia disponibile, di una chimica più intelligente, di altrettanti processi intelligenti, possano consentire enormi risparmi a livello globale, sia economici, sia di risorse.

Bluesign per Aziende

Sei un produttore? Vuoi ottenere la certificazione Bluesign e applicare il logo Bluesign sui tuoi prodotti? Allora devi contattare l’ente certificatore: Bluesign.

Ti consigliamo di iscriverti subito alla nostra Newsletter cliccando qui.

1- Ottieni l’accesso immediato al gruppo chiuso su Facebook.
2- Crea un post sul gruppo con la tua specifica richiesta.

Troverai tanti professionisti del settore disposti ad aiutarti!

  Richiedi la certificazione BlueSign

  Cerca articoli collegati a Bluesign

Ti è piaciuto il contenuto? Condividi!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
icona moda sostenibile

Leggi le nostre guide gratuite

Appositamente create per rendere più consapevoli consumatori e imprenditori

Analisi di laboratorio per certificazione tessile
icona certificazioni
Certificazioni tessili

Le etichette più diffuse nella moda: biologico, cruelty free, etico, riciclo di risorse e molto altro

Tessuti e materiali ecologici
icona tessuti
Fibre ecologiche

Se si usano fibre e tessuti a basso impatto ambientale è molto più semplice parlare di moda sostenibile

Materiali alternativi alla pelle di origine animale
icona cruelty free
Alternative alla pelle

Parliamo di materiali cruelty free proposti come alternative ecologiche alla pelle di origine animale

Scarica la Guida alla Moda Sostenibile, Etica e Cruelty Free

Unisciti a oltre 15 mila utenti che l’hanno già letta dal 2016 ad oggi!

  • è in formato digitale
  • c’è un video da vedere
  • e tante infografiche di confronto