icona certificazioni

Organic Content Standard

Tutto quello che devi sapere

Come funziona questa guida?
L’associazione no-profit Vesti la natura mette a disposizione diverse guide gratuite appositamente create per promuovere, tra consumatori e imprenditori, la scelta di materiali e prodotti certificati.

Vuoi conoscere tutte le certificazioni?
Cover certificazioni tessili

Indice dei contenuti

Cos’è Organic Content Standard OCS?

Logo Certificato OCS Organic Content Standard (OCS) è una certificazione tessile garante dell’origine biologica (organica) di una fibra tessile. Questo modello di certificazione è applicabile esclusivamente a tessuti naturali (di origine vegetale o animale), e in particolar modo al cotone biologico, sicuramente la fibra di origine biologica più diffusa nel settore tessile.

Anche canapa, lana, ramie, e lino, se coltivati seguendo gli standard dell’agricoltura biologica possono ottenere la certificazione OCS, ma al momento non ci risultano certificazioni su queste fibre, bensì solo sul cotone.

Il modello di certificazione OCS prevede due diversi standard per l’etichettatura dei tessuti biologici:

  1. Organic Content Blended : Quando il tessuto contiene almeno il 5% di fibra biologica.
  2. Organic Content 100 : Quando il tessuto contiene almeno il 95% di fibra biologica.

Possiamo non considerare la certificazione Organic Content Blended, in quanto davvero irrilevante ai fini dell’impatto ambientale di un prodotto. Al contrario, la certificazione Organic Content 100 merita la nostra attenzione, poiché un prodotto tessile composto al 95% da fibre biologiche ha un impatto ambientale decisamente ridotto rispetto ad un prodotto composto da fibre non biologiche.

La certificazione Organic Content Standard è un progetto di Textile Exchange, un’organizzazione globale no-profit, che lavora per guidare il settore tessile verso una moda più sostenibile.

L’industria tessile contribuisce al sempre più diffuso dramma dell’inquinamento ambientale, ma realizzare prodotti con tessuti biologici può ridurre drasticamente il suo impatto.

Sponsorizziamo da sempre il biologico, e riteniamo sia una scelta da valutare con attenzione in tutti i settori commerciali. Vogliamo mostrare questa infografica che spiega con i numeri le differenze tra cotone standard e cotone biologico:

Cotone biologico vs Cotone Comune

L’agricoltura biologica riduce l’inquinamento ambientale e lo sfruttamento sociale rispetto all’agricoltura intensiva. Mentre gli allevamenti biologici sono meno crudeli nei confronti degli animali rispetto agli allevamenti intensivi. Per approfondire l’argomento consigliamo di leggere il nostro articolo: Abbigliamento Biologico, Vesti La Moda Del Futuro!

Quando la moda è sostenibile?

Come riconoscerla?

Dove acquistarla?

Inizia il tuo percorso!

di

Logo Vesti la natura verde

Certificazione OCS

La certificazione OCS è applicabile a tutti i prodotti tessili, ma è usata principalmente per certificare l’origine biologica del cotone (cotone biologico).

OCS verifica la presenza di materiale biologico nel tessuto, ma si occupa anche di tracciare l’approvvigionamento dei materiali e del prodotto finito e commercializzato.

Organic Content Standard non valuta però questi aspetti:

  • Il rispetto degli standard dell’agricoltura biologica.
  • L’aspetto sociale della produzione.
  • Le sostanze chimiche utilizzate durante produzione.

Essendo le fibre di origine biologica più ecologiche rispetto a quelle tradizionali, l’etichetta OCS è comunque garante di un prodotto ecologico, ma non garantisce che sia socialmente etico (a meno che l’azienda produttrice non disponga di altre certificazioni).

Vantaggi di indossare abbigliamento biologico

Confrontando OCS con altre certificazioni tessili di origine biologica come ad esempio il Global Organic Textile Standard GOTS, ci accorgiamo che la OCS ha dei limiti abbastanza evidenti, pur essendo comunque una validissima alternativa all’abbigliamento tradizionale. GOTS, ad esempio, oltre a garantire la presenza di tessuto biologico, valuta l’intera filiera tessile:

  • La coltivazione del cotone che deve rispettare gli standard imposti dallo stesso modello di agricoltura biologica utilizzato nel settore alimentare.
  • Il rispetto dei diritti degli agricoltori e dei lavoratori all’interno delle industrie.
  • L’utilizzo di sostanze chimiche potenzialmente pericolose per l’uomo e per l’ambiente.
  • Gli accessori utilizzati a completamento di un prodotto tessile, come cerniere, bottoni, etc.
  • Il trasporto e gli imballaggi, che devono rispettare determinati standard imposti dalla certificazione.

Questo è il “modello biologico” che tutti ci auguriamo di veder crescere nel settore tessile.

Ma.. cerchi prodotti certificati Organic Content Standard?

Una vetrina dove puoi trovare Marchi di Moda sostenibile, etica e cruelty free garantiti dalla supervisione della nostra associazione:

Illustrazione di un vestito verde

Standard di Certificazione OCS

Sono due gli standard di certificazione OCS: Organic Content Blended e Organic Content 100

Organic Content Blended

Logo Organic Content Blended

Organic Content Blended è lo standard più semplice da ottenere, ma di contro è anche quello meno utile per l’ambiente.

Certifica che il prodotto finale contenga almeno il 5% di fibra biologica, ma è un valore troppo basso per definire il prodotto come ecologico.

Questo è uno standard poco utilizzato, il quale resta comunque utile nella fase di transizione di una azienda verso una produzione più sostenibile. Una transizione che inizia proprio dall’uso di tessuti ecologici a basso impatto ambientale. Tra i tanti, il cotone certificato Organic Content Blended è sicuramente quello meno impegnativo a livello economico.

Organic Content 100

Logo Organic Content S100

Organic Content 100 è invece uno standard più elevato, poiché questa etichetta certifica che il 95% del tessuto utilizzato è di origine biologica. Il restante 5% del tessuto potrebbe essere in fibra naturale standard, in tessuto sintetico, o artificiale.

Tra i due standard offerti dalla certificazione OCS, Organic Content 100 è certamente il più apprezzato sotto il profilo ambientale, nonché il più ricercato dai brand di moda che puntano a realizzare un prodotto davvero sostenibile.

OCS per Aziende

Sei un produttore? Vuoi ottenere la certificazione Organic Content Standard e applicare il logo OCS sui tuoi prodotti? Allora devi contattare l’ente certificatore per il mercato Italiano: ICEA – Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale.

Ti consigliamo di iscriverti subito alla nostra Newsletter cliccando qui.

1- Ottieni l’accesso immediato al gruppo chiuso su Facebook.
2- Crea un post sul gruppo con la tua specifica richiesta.

Troverai tanti professionisti del settore disposti ad aiutarti!

  Richiedi la certificazione OCS

  Cerca articoli collegati a OCS

Ti è piaciuto il contenuto? Condividi!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
icona moda sostenibile

Leggi le nostre guide gratuite

Appositamente create per rendere più consapevoli consumatori e imprenditori

Analisi di laboratorio per certificazione tessile
icona certificazioni
Certificazioni tessili

Le etichette più diffuse nella moda: biologico, cruelty free, etico, riciclo di risorse e molto altro

Tessuti e materiali ecologici
icona tessuti
Fibre ecologiche

Se si usano fibre e tessuti a basso impatto ambientale è molto più semplice parlare di moda sostenibile

Materiali alternativi alla pelle di origine animale
icona cruelty free
Alternative alla pelle

Parliamo di materiali cruelty free proposti come alternative ecologiche alla pelle di origine animale

Scarica la Guida alla Moda Sostenibile, Etica e Cruelty Free

Unisciti a oltre 15 mila utenti che l’hanno già letta dal 2016 ad oggi!

  • è in formato digitale
  • c’è un video da vedere
  • e tante infografiche di confronto