Cotone Biologico




Cotone Biologico


Cotone Biologico

Un tessuto naturale ed ecologico utilizzato da molti brand italiani di moda

di Federica Chiapparelli


17
Jun


Cotone

Il cotone è da sempre la fibra più coltivata e utilizzata nel settore tessile a livello mondiale. La pianta di cotone si presenta con un altezza che varia dai 50cm ai 4 metri, dati che cambiano a seconda della coltivazione di origine (Asia, Africa, America).

La coltivazione delle piante di cotone è tra le più grandi al mondo, e da centinaia di anni sta creando occupazione e impoverimento dei terreni, sfruttamento e schiavismo dei lavoratori, spreco di risorse energetiche, e inquinamento delle falde acquifere. La coltivazione della pianta di cotone e la successiva fase di produzione del tessuto utilizzano una quantità spropositata di acqua e sostanze tossiche classificate tra le più nocive al mondo. L'utilizzo del tessuto di cotone è una delle principali cause dell'inquinamento ambientale.

L'industria tessile è una delle principali cause dell'inquinamento ambientale. Leggi il nostro articolo   Inquinamento ambientale


Le sostanze nocive come antiparassitari, resine, metalli pesanti e solventi vari, persistono nel tessuto anche dopo il lavaggio: con il passare del tempo una parte di queste sostanze viene assorbita dalla nostra pelle e un'altra parte viene rilasciata nelle acque a ogni lavaggio in lavatrice o a mano. L'alternativa ecosostenibile al cotone tradizionale esiste, e si chiama cotone biologico - anche detto cotone organico.






Abbigliamento in cotone biologico

Cotone biologico e cotone tradizionale sono entrambi dei tessuti naturali di origine vegetale, ma definire il cotone tradizionale un tessuto naturale ci pesa un pò, sembra quasi un controsenso per noi amanti della sostenibilità. Un tessuto che distrugge l'ambiente e causa degrado sociale non può essere definito naturale.

Cotone biologico viene certificato da organizzazioni internazionali a tutela ambientale, attestando che la pianta di cotone venga coltivata attraverso metodi biologici. Alla base di un certificato biologico c'è l'eliminazione di pesticidi, fertilizzanti e sostanze nocive, ma anche la riduzione della quantità di acqua e risorse utilizzate, contribuendo quindi a migliorare la qualità del terreno evitando la contaminazione dell’acqua e conservando la biodiversità. Scegliere di acquistare abbigliamento in cotone biologico è una scelta più che consapevole.

Tutta la catena di produzione di un marchio di moda deve essere certificata di origine biologica e a basso impatto ambientale. Leggi il nostro articolo   Abbigliamento certificato GOTS


Nella coltivazione del cotone biologico i terreni sono soggetti a rotazione. Come tutti sappiamo un terreno contiene un limitato quantitativo di sostanze nutrienti (minerali), con le coltivazioni di cotone tradizionale questi terreni vengono sfruttati fino al totale esaurimento di queste risorse.

Cotone biologico risulta più morbido e traspirante del cotone tradizionale. Le fibre tessili, non essendo trattate con sostanze chimiche aggressive quali candeggina e formaldeide, rendono il cotone biologico più durevole rispetto a al cotone tradizionale. Grazie alla totale assenza di trattamenti aggressivi il tessuto di cotone biologico è ipoallergenico.

Il problema del cotone tradizionale si presenta più grave nei paesi in via di sviluppo, dove regna la disinformazione oltre alla scarsità di leggi a tutela dell'ambiente. Gli agricoltori, oltre a inquinare la terra, spesso si ammalano e muoiono a causa di lunghe esposizioni a sostanze nocive.

Nella coltivazione del cotone biologico anche i lavoratori sono tutelati: vengono garantiti i minimi salari, viene vietato il lavoro forzato ed il lavoro minorile, e ne viene tutelata la salute fisica e mentale.

Recenti studi hanno dimostrato come la salute umana può essere pesantemente influenzata dall'esposizione quotidiana a queste sostanze chimiche, soprattutto laddove non vengono utilizzate maschere anti-gas, ma non pensiamo sia necessario studiare o fare ulteriori statistiche su questo argomento, in quanto è ormai un dato di fatto visibile a tutti. Molti contadini spendono soldi per acquistare fertilizzanti, pesticidi e altri prodotti chimici, ma anche medicine per curarsi, ed è questo che rende la coltivazione intensiva del cotone tradizionale una scelta forzata e sbagliata.

Chiaramente anche il cotone biologico ha i suoi difetti, in primis il costo di produzione più elevato: richiede più tempo, abilità, e manualità. Inoltre la certificazione ha un costo molto elevato e questo fa lievitare il prezzo del cotone biologico. Oltre ai costi più elevati, la resa del cotone biologico in termini quantitativi è inferiore a quella del cotone tradizionale: il cotone biologico necessita di più terreno coltivabile per ottenere gli stessi risultati del cotone coltivato con il metodo intensivo.





Differenza tra cotone biologico e cotone tradizionale

Differenze tra cotone biologico e cotone tradizionale


Cotone biologico

  • No OGM (organismi geneticamente modificati)
  • Terreno sano dovuto all’irrorazione di materie organiche
  • Defogliazione naturale dovuta al gelo e all’acqua
  • Tinture a basso impatto ambientale e coloranti naturali
  • Stampe a basso impatto ambientale e pigmenti naturali
  • Cotone tradizionale

  • Trattato con fungicidi e insetticidi, possibili OGM
  • Terreno povero dovuto all’uso di fertilizzanti sintetici e all’irrogazione intensiva
  • Defogliazione indotta con sostanze chimiche
  • Tinture con alta percentuale di metalli pesanti e zolfo
  • Stampe con metalli pesanti e inquinanti

  • Non solo il cotone di origine biologica, anche altri tessuti naturali come Lino, Canapa e Lana possono essere definiti di origine biologica..



    Quando l'abbigliamento è biologico?

    Scoprilo leggendo il nostro articolo Abbigliamento biologico






    Tessuto in cotone biologico

    Molti marchi di moda italiani iniziano a produrre linee complete di abbigliamento in cotone biologico, mentre alcuni nuovi brand di moda italiani nascono utilizzando esclusivamente tessuti di origine biologica. Quali sono le differenze in termini pratici? Inutile sventolare slogan pubblicitari come "il cotone biologico è più traspirante ecc", in quanto la realtà dei fatti è che una t-shirt realizzata in cotone biologico di scarsa qualità equivale ad una t-shirt realizzata in cotone tradizionale di scarsa qualità.

    Tanti marchi di moda italiani si convertono alla produzione eco-sostenibile, e non basta acquistare cotone biologico per definirsi tali. Leggi il nostro articolo   Moda sostenibile in Italia


    Come spesso accade nella società contemporanea la verità va trovata nel mezzo delle cose. La verità è che il cotone biologico è più curato, le aziende sono più attente in tutte le fasi di produzione, è un pò come se fosse un prodotto di nicchia e questo rende il cotone biologico un tessuto di qualità superiore al cotone tradizionale. Tutte le aziende di moda hanno limato i costi di produzione per abbassare i costi di vendita del prodotto finale, ed è chiaro che in questi anni abbiamo assistito ad un costante degrado del cotone, soprattutto in termini di resistenza all'usura.

    L'unica verità, reale e garantita, è che acquistando il cotone biologico diamo il nostro contributo alla salvaguardia dell'ambiente, annullando il negativo impatto sociale della coltivazione intensiva. Se vuoi ulteriori informazioni sui tessuti leggi il nostro articolo   Tessuti naturali, artificiali e sintetici



    Scheda tecnica Cotone biologico

    Questi sono i vantaggi del tessuto in Cotone biologico che possono variare nei prodotti di abbigliamento a seconda della composizione. Esempio: con Elastan o Lycra anche la Canapa può diventare elastica.

    Questi certificati possono essere assegnati al tessuto di Cotone biologico, ma i certificati sui singoli prodotti di abbigliamento possono variare a seconda della azienda produttrice e della composizione del capo di abbigliamento.

    Questa scheda tecnica puoi trovarla solo su Vesti la natura. Se vuoi scoprire altri tessuti ecologici e le loro caratteristiche guarda le nostre schede tecniche nella pagina
      Tessuti ecologici, naturali, riciclati








    CONSIGLI lavaggio stiratura tessuti NATURALI

    Come si lava il cotone biologico?

    Il cotone biologico è un tessuto resistente che può essere lavato in lavatrice come il cotone tradizionale. Non necessita di lavaggi ad alta temperatura. Consigliamo un lavaggio a bassa temperatura per preservarne le caratteristiche.

    Un lavaggio a bassa temperatura consente anche un risparmio energetico notevole, che seguito dall'utilizzo di saponi Biologici aiuta a preservare l'ambiente. E' sconsigliato l'utilizzo di ammorbidenti. Solo in caso di necessità è possibile stirarlo a bassa temperatura.





    Ti piace?

    Aiutaci a far conoscere la moda sostenibile!

    Invia messaggio tramite Whatsapp
                           


    Aquista abbigliamento online in sicurezza

    Copyright ©2017 Vesti la natura. L'Aquila Sito web alimentato da fonti di energia rinnovabili.

    < Segnala un problema >

    ×
    Tessuti
    Certificati
    Marchi
    ×
    Donna

    Uomo

    Come possiamo aiutarti?





    Acquisti online







    Guide e informazioni







    Vesti la natura