Chi è EKOenergy?

EKOenergy è un marchio ecologico internazionale e no profit per l’energia rinnovabile, il quale approva solo energia rinnovabile prodotta nel modo più sostenibile possibile. Acquistando energia dai fornitori certificati EKOenergy, si è certi di utilizzare energia proveniente al 100% da fonti rinnovabili:

  • Energia solare
  • Energia eolica
  • Energia idroeletrica
  • Energia geotermica
  • Energia da biomasse
  • Energia marina

EKOenergy è una certificazione, un’etichetta disponibile in oltre 40 paesi del mondo. In ognuno di questi paesi trova fornitori (tipo Enel), che producono/vendono energia da fonti rinnovabili, e li seleziona in base a determinati requisiti, consentendo loro di utilizzare il marchio EKOenergy: per il consumatore finale, una garanzia di energia pulita.

Perché parliamo di EKOenergy in un blog di moda?

EKOenergy ha da poco lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione diretta all’industria della moda con l’intento di incoraggiare le aziende di settore a ridurre il proprio impatto ambientale.

L’acquisto di elettricità marchiata EKOenergy è il primo passo per ridurre l’enorme impronta di carbonio del settore tessile, poiché è risaputo, che l’industria della moda contribuisce in maniera importante al cambiamento climatico, ed utilizzare energia rinnovabile potrebbe davvero fare la differenza.
EKOenergy campagna per la moda inforgrafica

Sebbene non esista una soluzione semplice ai danni causati dall’industria tessile, occuparsi del suo consumo energetico fa sicuramente parte della soluzione per provare a ridurre l’inquinamento ambientale.

Con questa campagna, EKOenergy incoraggia le aziende di settore a prendere parte al processo di transizione energetica verso le energie rinnovabili, cominciando da qualsiasi livello operativo. È molto facile, per esempio, cominciare ad utilizzare energia pulita nei punti vendita, i propri uffici o i propri magazzini. In realtà, farlo anche a casa non sarebbe una cattiva idea.

Tutto dipende dalla volontà dell’azienda stessa. Carrera Jeans in Italia, Ecoalf in Spagna, Globe Hope in Finlandia, sono alcuni brand di moda che già utilizzano energia con marchio EKOenergy.

Come abbiamo detto, l’industria della moda ha un ruolo fondamentale per lo sviluppo positivo o negativo dei cambiamenti climatici. L’aumento della domanda dei consumatori, sempre più alla ricerca di “abbigliamento economico”, ha dato vita a un’industria con vaste scale di produzione, lunghe catene di approvvigionamento e un’enorme produzione di rifiuti, nonché un consumo spropositato di risorse energetiche. Si, come sempre parliamo della Fast Fashion.





Fashion Campaign by EKOenergy

La Fast Fashion è un approccio alla produzione e alla commercializzazione di abbigliamento, un movimento che mira a portare abiti alla moda dalle passerelle ai negozi, a velocità vertiginosa e con costi ridottissimi.

EKOenergy si impegna nel settore moda

Aziende come Hugo Boss, Tally Weijl, Triumph International, H&M, Zalando, Zara, Nike e Adidas possono portare un’idea di un progettista da uno schizzo su carta al negozio, nel giro di poche settimane, con prezzi così bassi da renderli irresistibili per noi consumatori. Le conseguenze, sono enormi quantità di rifiuti, inquinamento ambientale, e spesso condizioni di lavoro orribili per i dipendenti.

Alcune stime affidabili, mettono l’industria della moda come un settore globale da 1,7 trilioni di dollari. Le emissioni di gas a effetto serra, il dumping chimico, l’esaurimento del suolo, la scarsità d’acqua, il rilascio di microplastiche, lo scarto di vecchi vestiti, tutto questo avviene su scala globale nell’industria della moda.

In che modo EKOenergy può aiutare ad affrontare alcuni problemi ambientali nella moda?

Come etichetta ambientale per l’energia, poiché cerca di incoraggiare le aziende ad acquistare energia pulita – e l’industria della moda è uno dei principali consumatori di energia. Pensate alle fabbriche che producono calore per lavare e asciugare vestiti, e usano elettricità per far funzionare macchinari e illuminazione.

Allo stesso modo magazzini, negozi, outlet, tutti necessitano di energia per il riscaldamento e l’illuminazione. Ovunque venga utilizzata quell’energia, l’energia rinnovabile può essere utilizzata per ridurre l’impronta di carbonio dell’intera industria della moda.

EKOenergy incoraggia attivamente la transizione verso l’energia rinnovabile, in tutti i livelli, dalla grande industria al semplice negozio. Ad esempio, i negozi di moda al dettaglio potrebbero acquistare facilmente energia rinnovabile, vero? Magari potrebbero anche esporre un cartello sulla vetrina, così da dargli importanza, e costringere “i passanti” a porsi delle domande.

Questa transizione può e deve essere fatta oggi, poiché è solo questione di iniziativa, le iniziative “green” esistono.

Obbiettivi di EKOenergy

L’obiettivo più ambizioso di EKOenergy è introdurre energia rinnovabile in tutta la catena di approvvigionamento, ma non sarà affatto facile. Sappiamo bene che le grandi marche di moda acquistano spesso tessuti o servizi da più aziende, e sarebbe bello se l’intera catena di approvvigionamento utilizzasse energia da fonti rinnovabili.

Non sarà facile, tuttavia questo processo è strettamente necessario a lungo termine: incoraggiare le aziende di moda a mostrare e assumere impegni a lungo termine per l’energia rinnovabile. Affrontare il consumo energetico è solo una parte della soluzione, ma sarebbe un grande inizio.

Tante aziende, anche italiane, stanno dimostrando che è possibile produrre abbigliamento alla moda, in modo sostenibile, pur continuando a guadagnare.

Se lavori nel settore moda e vuoi contribuire a preservare il nostro pianeta contatta EKOenergy, oppure, se sei un consumatore consapevole, condividi questo articolo sui Social e aiutaci a divulgare il messaggio di EKOenergy.