Cos’è la Giornata della Terra

La Giornata della Terra, o Earth Day, è un evento celebrato ogni anno il 22 aprile dal lontano 1970. L’evento si svolge in tutto il mondo per celebrare il sostegno della civiltà umana alla protezione dell’ambiente.

L’evento attira sempre più persone ad ogni edizione, poiché le tematiche ambientali sono effettivamente un argomento in forte ascesa in tutti i settori industriali e commerciali. La Giornata della Terra tratta un gran numero di questioni, che richiedono grande attenzione da parte dell’uomo:

  • Inquinamento ambientale
  • Inquinamento atmosferico
  • Inquinamento delle acque
  • Cambiamenti climatici
  • Conservazione degli ecosistemi
  • Energie rinnovabili
  • Energia nucleare
  • Corrosione del suolo
  • Sovrappopolazione
  • Effetto serra e buco dell’ozono
  • Esaurimento delle risorse naturali
  • Rifiuti e sostanze tossiche
  • Nanotecnologie
  • Deforestazione

Oltre a divulgare informazioni attraverso congressi e talk, questo è il momento di agire, non solo cercando di ridurre il nostro impatto ambientale sul pianeta, ma anche cercando soluzioni per risolvere i danni arrecati negli ultimi 50 anni di civiltà.

Le industrie sono certamente il male peggiore del pianeta, e la giornata della terra coinvolge in questi argomenti proprio le più grandi e inquinanti industrie contemporanee:

  • Industria metallurgica
  • Industria chimica
  • Industria farmaceutica
  • Industria alimentare
  • Industria petrolifera
  • Industria tessile

Storia Giornata della Terra

Agli inizi degli anni ’60 gli americani non erano consapevoli degli effetti dell’inquinamento sull’ambiente. Il libro bestseller del 1962 di Rachel Carson intitolato Silent Spring sollevò lo spettro dei pericolosi effetti dei pesticidi sulle campagne americane, e di conseguenza sull’uomo.

Cuyahoga Cleveland incendio del 1969

Anni più tardi, nel 1969 per essere precisi, un incendio sul fiume Cuyahoga di Cleveland fece luce sul problema dello smaltimento dei rifiuti chimici. Dobbiamo tenere a mente, che fino a quel momento la protezione delle risorse naturali del pianeta non faceva parte dell’agenda politica nazionale, e il numero di attivisti ambientali dediti a questioni su vasta scala come l’inquinamento industriale era davvero minimo.

Le fabbriche inquinavano aria laghi e fiumi, con poche conseguenze legali. Le grosse automobili erano considerate un segno di prosperità su scala nazionale, e solo una piccola parte della popolazione era a conoscenza e si documentava sull’inquinamento ambientale.

Eletto al Senato degli Stati Uniti nel 1962, il senatore Gaylord Nelson, un democratico del Wisconsin, era determinato a convincere il governo federale che il pianeta era a rischio. Nel 1969, Gaylord Nelson, considerato uno dei leader del movimento ambientalista moderno, sviluppò l’idea per il Giorno della Terra. Si racconta che egli fù ispirato dagli “insegnamenti della guerra contro il Vietnam”, che si stavano svolgendo nei campus universitari degli Stati Uniti.

Gaylord Nelson Senatore Stati Uniti

Gaylord Nelson immaginava una manifestazione ambientalista su larga scala “per scuotere l’establishment politico e portare questo argomento nell’agenda nazionale” e annunciava il concetto di Earth Day in una conferenza a Seattle nell’autunno del 1969, invitando l’intera nazione a farsi coinvolgere.

Successivamente, i media del tempo come TV Radio e Giornali, trasportarono la storia da costa a costa, e la risposta del popolo fù davvero sensazionale. Telegrammi, lettere e richieste telefoniche arrivarono da tutto il paese. Il popolo americano aveva finalmente un modo per esprimere la sua preoccupazione su ciò che stava accadendo alla terra, ai fiumi, ai laghi e all’aria – e lo fecero con esuberanza spettacolare.

Dennis Hayes, un giovane attivista presidente studentesco alla Stanford University, venne selezionato come coordinatore nazionale della Giornata della Terra e lavorò con studenti e diversi membri dello staff del Senatore Gaylord Nelson per organizzare nel migliore dei modi un progetto così ambizioso.

Ma ufficilamente, quando è nata la giornata della terra? E quando questo evento è arrivato anche in Italia e nel resto del mondo?

La prima giornata della terra: 22 aprile 1970

Secondo Gaylord Nelson “la Giornata della Terra ha funzionato grazie alla risposta spontanea del popolo. Non abbiamo avuto né il tempo né le risorse per organizzare 20 milioni di dimostranti, unite alle migliaia di scuole e comunità locali che hanno partecipato. Questa è stata la cosa straordinaria della Giornata della Terra: si è organizzata da sola”

22 aprile 1970. In occasione della Prima Giornata della Terra, i raduni si sono svolti a Philadelphia, Chicago, Los Angeles e nella maggior parte delle altre città americane. A New York, il sindaco John Lindsay chiuse una parte della Fifth Avenue al traffico per diverse ore, partecipando ad una manifestazione nella Union Square con attori del calibro di Paul Newman e Ali McGraw.

A Washington, migliaia di persone ascoltarono discorsi e visto spettacoli come quello del cantante Pete Seeger. Pensate che l’intero Congresso si concesse un giorno di “ferie”, così che i membri potessero parlare ai loro elettori negli eventi organizzati per la Giornata della Terra del 1970.

La prima Giornata della Terra è stata davvero efficace nel sensibilizzare le questioni ambientali e nell’informare un popolo per lo più inconsapevole fino a quel momento. Secondo l’Environmental Protection Agency, “i sondaggi sull’opinione pubblica, indicano un cambiamento permanente nelle priorità nazionali ha seguito della Giornata della Terra del 1970”

Sempre secondo i sondaggi, nel maggio del 1971 il 25% del popolo americano dichiarò che proteggere l’ambiente era un obiettivo importante, un aumento del 2.500% rispetto al 1969. “La Giornata della Terra ha dato il via ad un decennio ambientale con il botto”, disse in seguito il senatore Gaylord Nelson.

A dimostrazione del “botto”, dobbiamo sapere che negli anni ’70 sono stati approvati una serie di importanti normative ambientali, tra cui il Clean Air, la Water Quality Improvement, la Endangered Species, la Toxic Substances Control e la Surface Mining Control and Reclamation.

Un altro sviluppo chiave è stata l’istituzione, proprio nel dicembre 1970, dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente, la quale venne incaricata di proteggere la salute umana e salvaguardare l’ambiente naturale: aria, acqua e terra.

Quando è la giornata della terra?

La giornata della terra è sempre il 22 aprile di ogni anno, e la Giornata della Terra 2019 è capitata proprio il giorno di Pasquetta con un pessimo risultato. Speravamo che turisti e cittadini mostrassero un occhio di riguardo per la natura, ma così non è stato, anzi, come ogni anno gli incivili sono purtroppo aumentati.

Pasquetta 2019 selvaggia al vesuvio

Plastica carta e lattine ovunque, persino sul Vesuvio. Possibile che tra decine di persone e testimoni nessuno abbia il coraggio di intervenire? Basterebbe farlo notare ai maleducati almeno 1 volta, io lo farei, riprendendo quelle persone che buttano oggetti non biodegradabili a terra. Si, siamo ancora a questo punto.

Torniamo a parlare della Giornata della Terra, mostrandovi il Calendario Earth Day degli anni passati e futuri, che ricordiamo essere sempre il 22 aprile di ogni anno.

AnnoDataGiorno
Earth Day 201522/04/2015Mercoledì
Earth Day 201622/04/2016Venerdì
Earth Day 201722/04/2017Sabato
Earth Day 201822/04/2018Domenica
Earth Day 201922/04/2019Lunedì
Earth Day 202022/04/2020Mercoledì
Earth Day 202122/04/2021Giovedì
Earth Day 202222/04/2022Venerdì
Earth Day 202322/04/2023Sabato
Earth Day 202422/04/2024Lunedì
Earth Day 202522/04/2025Martedì

Evoluzione della Giornata della Terra

Dal lontano 1970, le celebrazioni della Giornata della Terra sono cresciute in tutte il mondo, ma solo nel 1990 la Giornata della Terra divenne globale. Oggi, con 200 milioni di persone e 140 nazioni partecipanti – secondo la Earth Day Network (EDN), l’organizzazione senza scopo di lucro che coordina le attività della Giornata della Terra su scala globale – viene chiamata anche Giornata Mondiale della Terra.

Nell’anno 2000 la Giornata della Terra si concentrò sulle energie rinnovabili coinvolgendo centinaia di milioni di persone e più di 5000 gruppi ambientalisti in 184 paesi del mondo. Le attività svolte andarono da una catena itinerante di tamburi in Gabon, a un raduno di centinaia di migliaia di persone al National Mall di Washington.

La rete Earth Day collabora con oltre 17.000 partner e organizzazioni in 174 paesi. Oltre 1 miliardo di persone sono coinvolte nelle attività organizzate per la Giornata della Terra, rendendola ufficilmente “il più grande evento ambientalista al mondo”.

Settimana della terra

Pensate che in diversi paesi del mondo la Giornata della Terra si è trasformata nella Settimana della Terra, e onestamente speriamo che Aprile possa evolversi nel Mese della Terra in tutte le nazioni del mondo.

Nella settimana della terra vengono organizzati una serie di eventi, non solo congressi e “chiacchiere”, che comunque riteniamo fondamentali per una corretta informazione. Ma anche eventi pratici, dedicati ad esempio alla “pulizia” di determinate zone.

Questo è quello di cui abbiamo bisogno, l’informazione ben venga, ma le “azioni” sono ancora più importanti.





Giornata della Terra in Italia

Non essendoci fonti storiche che narrano di eventi collegati alla Giornata della Terra in Italia prima del 1990, possiamo solo supporre che la sua evoluzione nel nostro paese si attesti nei primi anni ’90.

L’Italia non è sicuramente tra i paesi più attenti alle tematiche ambientali, ma possiamo affermare con certezza che non siamo gli ultimi arrivati, e che questi argomenti iniziano a toccare anche il Paese del Sole.

Siamo un paese inquinato e inquinante, questo è un dato di fatto, ma non siamo abbastanza industrializzati per definirci tra i più inquinanti al mondo. Le nostre industrie si fanno sentire nelle grandi città, l’inquinamento atmosferico causato da scarichi industriali e autovetture è pesante nel nord Italia e nelle grandi città del centro sud.

Inquinamento nelle città italiane

Fonte infograficapisano.blogspot.com

L’Italia però è caratterizzata da una particolare Geografia, la quale consente di evitare l’alta densità demografica (media di abitanti per km quadrato). Uno svantaggio per l’industria che non può evolversi come vorrebbe, ma un vantaggio se pensiamo alla qualità dell’aria e allo scarso sviluppo di enormi zone industriali.

Chiaramente, problemi di inquinamento atmosferico sono riscontrabili in città come Roma, Milano, Napoli, Torino, Bari, Palermo, ecc. Tutte le grandi città italiane sono inquinate, come del resto lo sono i fiumi come il Tevere e il Pò, ed il Mare Adriatico.

Inverno 2018-19 più caldo in Italia

E’ quindi importante considerare la Giornata della Terra come una vera opportunità di sopravvivenza. Il fatto che abbiamo tanto verde intorno a noi non vuol dire che non ci siano problemi, e soprattutto non vuol dire che il nostro paese è fuori dai problemi legati ai cambiamenti climatici.

Siamo ampiamente sotto attacco a causa del riscaldamento globale, è una cosa evidente soprattutto tra gli anziani che vedono le stagioni mutare senza alcun senso logico. Magari non associano il problema alla civiltà umana, ma noi che abbiamo internet, che ci informiamo, sappiamo quello che sta accadendo al resto del mondo: un totale disastro.

Capitalismo e consumismo sfrenato sono gran parte del problema. E la cosa che ci fa davvero arrabbiare è che tutto quello che acquistiamo dovrebbe essere biodegradabile o quantomeno riciclabile, poiché questo non causerebbe la “temuta frenata dell’economia”, ma solo un risparmio di risorse.

La Giornata della Terra in Italia deve ricordare a tutti noi che le risorse non sono infinite, che le future generazioni non avranno una vita facile come la nostra. Dobbiamo pensare soprattutto a loro, poiché abbiamo, e stiamo dimostrando, di essere così egoisti da fregarcene del pianeta in cui viviamo.

Giornata della Terra per Bambini

Importante, ma davvero importante, far capire ai bambini il valore della Giornata della Terra, non solo come semplice giornata da passare immersi nella natura ad ammirarne le meraviglie, ma come principio di vita.

I bambini dovrebbero vivere ogni giorno della vita come fosse sempre la Giornata della Terra, rispettandola, meravigliondosi della sua bellezza. Non dobbiamo creare dei piccoli Greta Thunberg, ma insegnare loro che il nostro stile di vita attuale è assolutamente sbagliato, da cancellare.

Greta Thunberg scende a Roma

Fonte today.it

Riduciamo l’acquisto di regali inutili, poiché non hanno bisogno di centinaia di giocattoli in plastica e decine di vestiti da usare 1 volta nella vita. Spieghiamo loro il perché non vogliamo comprare delle cose che “inquinano”, non limitiamoci a frasi come “NO” oppure “costa troppo”.

A volte, con la scusa del “non voglio fargli mancare nulla”, esageriamo, andiamo fuori dalle righe, compriamo continuamente cose inutili. Spesso lo facciamo più per noi stessi, che per un reale bisogno del piccolo.

Nella Giornata della Terra i bambini devono comprendere l’importanza delle singole cose, di un semplice oggetto, delle loro azioni, e devono essere consapevoli che tutte le risorse di cui disponiamo oggi, domani potrebbero essere a rischio se non ci comportiamo “bene”.

Come possiamo fargli capire che siamo stati degli ingordi? E’ davvero facile, più facile di quanto possiamo immaginare. La maggior parte dei bambini è sensibile alla natura, e molti di loro amano gli animali.

Queste sono le leve emozionali che ogni genitore o insegnante deve utilizzare, non dobbiamo certo dirgli che il mondo sta per finire, agitarli o mettergli ansia. Ma possiamo spiegare loro che tante cose stanno cambiando, che buttare a terra della plastica può far male ad un piccolo essere vivente.

Possiamo spiegare loro che tutto è collegato, che siamo in simbiosi con la natura, fargli vedere lo sporco che abbiamo creato in questi anni. Basta andare in un qualsiasi prato per trovare della plastica, delle lattine, dei mozziconi di sigaretta gettati qui e lì. Devono vederlo, e comprendere che quello è un gesto sbagliato.

Con i bambini partiamo dalle piccole cose. Doniamogli il rispetto per la natura, poi saranno loro stessi a porsi delle domande, chiedendo ulteriori informazioni su argomenti di interesse. Sensibilizzare i bambini, questa è la parola chiave della Giornata della Terra per i Bambini.

Giornata della terra per scuola primaria

Continuiamo a ribadire la fondamentale importanza di un approccio positivo verso la Giornata della Terra, la quale non deve essere festeggiata, ma riflettuta. Chi meglio di un insegnante può rispondere alle domande dei piccoli bambini?

Passeggiare nella natura va bene, ma spiegare ai bambini cosa possono fare per migliorare questo mondo è doveroso. Non resta molto tempo, ed è inutile girarci intorno. Come detto in precedenza non vogliamo scaricare tutto sui piccoli, ma da loro dipenderà il futuro di questo pianeta, e di conseguenza il loro benessere.

Dal nostro umile punto di vista la scuola primaria dovrebbe organizzare “per legge” qualcosa di importante durante eventi come la Giornata della Terra, ma non solo limitarsi a questo. Durante l’anno scolastico, tutti gli insegnanti, di tutte le materie, dovrebbero insegnare ai ragazzi il rispetto verso la natura.

Un giorno saranno medici, netturbini, agricoltori, politici, astronauti, ma cambierà poco. Siamo tutti esseri umani e viviamo tutti sullo stesso pianeta, la scuola primaria deve garantire valori fondamentali anche per la salvaguardia delle specie umana, e se questo vi sembra eccessivo, vi garantiamo che NON LO E’ AFFATTO.

La terra è in pericolo e ignorarlo porterà solo ulteriori problemi. D’altronde è quello che stiamo facendo da anni, ignorare e girarsi dall’altro lato continuando a vivere la nostra vita come se nulla fosse.

Siamo certi che qualcosa stia già cambiando nella scuola primaria, e confidiamo che i bambini di oggi, una volta adulti saranno più svegli e intelligenti di noi.

Attività per bambini nella giornata della terra

Cambiare il mondo? Non impossibile, certamente difficile e non da tutti. Ma possiamo benissimo cambiare la percezione che abbiamo del mondo in base alle nostre possibilità. Il nostro mondo può essere la casa, un orto, il posto di lavoro, la scuola, la frazione, il paesello, addirittura il comune o la regione.

Partiamo dalla nostra casa, quello è sicuramente il primo posto dove far intervenire i bambini. Insegniamo loro a non sprecare risorse, ad esempio con il riciclo creativo. L’usa e getta? Una pratica da eliminare, cerchiamo quindi di insegnargli una corretta raccolta differenziata.

La passeggiata nel bosco o comunque in spazi verdi, dove far notare loro la sporcizia lasciata da bambini o adulti “cattivi”, e se possibile, raccogliamo lo sporco lasciato in giro.

Documentari sul pianeta o sugli animali, questi si che fanno effetto. Ma anche cartoni animati educativi, disegni da colorare riguardanti la Giornata della Terra, il web ne è pieno.

Piccole, davvero piccole attività, che insegneranno alle future generazioni valori differenti da quelli del consumismo appresi dalla maggior parte dei nostri genitori.

Il futuro del pianeta dipende dai bimbi di oggi, ma anche da noi adulti. Più cose riusciremo ad insegnargli, più gli adulti del futuro saranno consapevoli, maggiori saranno le possibilità che riescano a vivere con il nostro stesso benessere, ricchi di possibilità e risorse.

Un posto di lavoro sicuro e lo studio sono importanti, ma l’educazione ambientale dei nostri bambini è qualcosa che sovrasta qualsiasi altro obbiettivo, per quanto nella nostra testa vige la regola del “ci penseranno altri”.

Cosa fare nella Giornata della Terra

Ci sentiamo di scrivere alcuni consigli per la giornata della terra dedicati a noi adulti, come abbiamo fatto nel paragrafo precedente parlando della attività per bambini, poiché anche per noi il mondo può essere circoscritto in piccole zone.

Se vuoi seguire delle iniziative per la Giornata della Terra, oppure vuoi proporre idee per la Giornata della Terra allora contattaci e cercheremo di aiutarti!

Nessuno vuole dei martiri, quindi se uno non se la sente non deve assolutamente sacrificarsi per l’ambiente. Però che diamine, facciamo delle cose davvero senza senso. Possiamo migliorare di gran lunga il nostro stile di vita senza rinunciare ai piaceri che ci circondano.

Le solite robe insomma.. raccolta differenziata, evitare di buttare cose non biodegradabili a terra, scegliere fornitori di energie rinnovabili, ridurre il consumo di risorse energetiche e materiali, abbandonare il consumismo o quantomeno dirigerlo verso prodotti ecologici.

Dedichiamo la Giornata della Terra all’ottimizzazione della nostra vita. Scriviamo delle regole. Letteralmente ottimizziamo la nostra vita affinché sia più sostenibile per l’intero ecosistema.

Pensate, questa pratica porterà ad un notevole risparmio di denaro e un conseguente aumento del vostro livello di felicità. Mettiamola così, aiutare qualcuno, soprattutto se si tratta del pianeta che ci ospita, fa molto bene al nostro ego 🙂

Quindi, valutiamo bene il nostro impatto ambientale durante l’anno, e cerchiamo di ridurlo il più possibile nell’anno successivo, ma senza rinunciare a nulla di quello che amiamo. Potresti addirittura calcolare la tua impronta di carbonio attraverso un Tool Gratuito creato dal WWF. Clicca qui per vedere quanto inquini.

Adesso immaginiamo cosa accadrebbe se le oltre 200 mila persone che leggono questo blog ascoltassero e mettessero in pratica questo semplice consiglio. Sarebbe sicuramente un buon risultato non credete?

Eventi per la giornata della terra

Anche in Italia si organizzano sempre più spesso Eventi nella Giornata della Terra e per scoprirli vi consigliamo di visitare questa pagina Web, dove troverete gli eventi ufficiali promossi dalla Onlus Earth Day.

Chiaramente, possiamo dirvi che in ogni città italiana vengono organizzati Eventi per la Giornata della Terra, ma per quanto siano Green, se non li trovate in quella pagina non sono “ufficiali”. Ciò non toglie che va bene così, l’importante è sensibilizzare sull’argomento, che siano o meno ufficiali cambia ben poco.

Consigliamo di buon cuore la partecipazione a questi eventi, dove si incontrano splendide persone con cui scambiare opinioni e rafforzare le proprie credenze. Partecipate, Partecipate, Partecipate!

Documentari sulla giornata della terra

Esistono decine di film e documentari dedicati al nostro pianeta, l’ambiente in generale, o il mondo animale. Di seguito abbiamo raccolto quelli, che secondo noi sono i migliori film e documentari sull’inquinamento ambientale causato dall’uomo.

Dobbiamo vederli più di 1 volta per comprenderli, per trarre delle conclusioni logiche e iniziare ad agire di conseguenza, devono entrarci nella testa, farci riflettere. Per quanto siano tristi anche i bambini dovrebbero vederli, magari a scuola, con insegnanti che possano spiegare perché questo sta accadendo proprio a noi.

Forse i nostri figli non diventeranno come la piccola Greta Thunberg, ma speriamo che Millennials e Generazione Z possano essere più consapevoli della situazione, “svegliare noi vecchi”, e insieme salvare quel che rimane del nostro pianeta. Buona visione!

Il nostro pianeta

Il nostro pianeta | Trailer ufficiale esteso [HD] | Netflix

Earth, un giorno Straordinario

Earth – Un Giorno Straordinario | Trailer Ufficiale Italiano | HD

Before The Flood – Punto di non ritorno

Before The Flood Punto di non ritorno

Una scomoda verità

Una Scomoda Verità – Trailer italiano

L’undicesima ora

L'Undicesima Ora – Introduzione

Il sale della terra

Il sale della terra Trailer Ufficiale Italiano (2014) – Wim Wenders Movie HD

Planet Earth 2

Planet Earth II: Official Extended Trailer | BBC Earth

Earth, la nostra terra

Earth – la nostra terra – trailer italiano

Terra

Yann Arthus Bertrand y OMEGA presentan "Terra"

Video sulla giornata della terra

A differenza dei documentari che abbiamo elencato poco sopra, questi sono video molto brevi.

Abbiamo raccolto una serie di video dedicati alla giornata della terra. Dai cambiamenti climatici all’inquinamento delle acque, dalle microplastiche agli allevamenti intensivi. Senza dimenticare l’importanza della raccolta differenziata e delle energie rinnovabili.

Il futuro del pianeta dipende da noi e dalle nostre scelte quotidiane, perché a quanto pare le “grandi menti della terra” continuano a tergiversare su argomenti fondamentali come quelli trattati nei video che seguono.

I messaggi più forti partono dai ragazzi, Millennials e Generazione Z hanno sulle spalle il peso di un pianeta con risorse ormai limitate, ricco di plastica e rifiuti, con aria inquinata e acqua sporca. Questa è la vera eredità che lasceremo nelle loro mani. Buona visione.

Cambiamenti Climatici

Greta a Roma, i giovani attivisti: "Politici che negano cambiamenti climatici cancellano il futuro"

Scioglimento dei Ghiacciai

Lo scioglimento dei ghiacci nell'Artico dal 1984 visto dalla Nasa…

Effetto Serra

L'EFFETTO SERRA spiegato in modo semplice e divertente

Energie Rinnovabili

Le energie rinnovabili viste dai più giovani

Inquinamento dell’aria

Inquinamento: 92% della popolazione mondiale respira aria nociva

Allevamenti Intensivi

Allevamenti intensivi – La maggior causa di inquinamento al mondo

Industria Alimentare

L'Impatto ambientale delle scelte alimentari

Ridurre i Rifiuti

Consigli per la riduzione dei rifiuti

Raccolta Differenziata

Rifiuti: e questo dove lo butto? Adesso lo sai

Microplastiche nelle Acque

Stai Ingerendo Plastica Senza Saperlo

Isole di Plastica

Un nuovo continente creato dall'uomo

Canzoni sulla Giornata della Terra

Decine di canzoni sono state scritte sull’ambiente, ma tra queste ne abbiamo selezionate due che calzano a pennello con l’attuale situazione sul nostro pianeta. Speriamo che siano di vostro gradimento, così ne inseriremo altre. Buon ascolto!

I RIO – Il gigante

i RIO "il Gigante" (video ufficiale)

Lil Dicky – EARTH

Lil Dicky – Earth (Official Music Video)

Traduzione in Italiano

Slogan e frasi sulla giornata della terra

Cercate slogan e frasi da usare sui social network? Oppure volete conoscere le più celebri frasi usate dai potenti del mondo in occasione della Giornata della Terra? Abbiamo raccolto qualche link che può tornarvi utile. Link 1Link 2Link 3

Quiz sulla giornata della terra

Tanto per ribadire il concetto divertendoci un pochino, ecco una serie di quiz sulla giornata della terra. Siete pronti? Vediamo di che pasta siete fatti e se davvero amate il vostro pianeta.

Che animale sei?

Quanto ami la terra?

Quanto inquina

Raccolta differenziata

Plastica nei mari

La tua impronta ambientale

Riflessioni sulla Giornata della Terra

E’ così giunto il momento delle riflessioni. Se hai letto tutto l’articolo complimenti, immagino ti abbia portato via un pò di tempo, ma se ci conosci sai bene che non siamo amanti dei piccoli articoli, bensì amiamo scrivere tutto quello che c’è da sapere sul singolo argomento.

Abbiamo capito che la giornata della terra si svolge su scala mondiale il 22 aprile di ogni anno, che è nata negli Stati Uniti, e che ad ogni edizione aumenta l’interesse del pubblico.

Durante la giornata della terra si organizzano congressi esclusivi per specialisti che discutono e trovano soluzioni atte a ridurre l’impatto ambientale dell’uomo sul pianeta, ma anche tantissimi eventi aperti al pubblico.

Essendo amanti dell’azione noi preferiamo cose concrete, ma spettacoli o Talk che siano, l’importante è che se ne parli sempre più spesso. In alcuni paesi più sensibili hanno addirittura trasformato la giornata della terra nella settimana della terra.

Dobbiamo anche ribadire il concetto più importante: insegnare ai nostri figli l’educazione ambientale, facendo capire loro sin da subito come comportarsi con il pianeta. Sappiamo che la scelta ideale sarebbe insegnarla correttamente nelle scuole, ma non possiamo più sperare che altri facciano cose, oggi il futuro dipende da noi e dai nostri figli. Il tempo stringe.