Logo Vesti la natura bianco
Scopri Bamboo

Bamboo dalla Pianta ai Vestiti

Cos’è il Bamboo?

Il bamboo (bambù) è una pianta sempreverde da cui è possibile ricavare la fibra tessile di bamboo, una viscosa artificiale di origine naturale. L’estrazione della fibra tessile avviene tramite processi chimici indotti dall’uomo, è quindi sbagliato definirlo un tessuto naturale come cotone, lana, canapa o lino.

Vista l’estrazione chimica è necessario acquistare abbigliamento in bamboo prodotto da aziende che utilizzano processi di lavorazione della fibra sostenibili e certificati:

  • Riduzione/riciclo del consumo di acqua durante le varie fasi di lavorazione.
  • Impianti di produzione di energia elettrica rinnovabile.
  • Depuratori di acque reflue industriali a norma.
  • Sostanze tossiche dannose per uomo -> ambiente -> animali sostituite da prodotti ecologici.
  • Riciclo delle sostanze chimiche e dell’energia utilizzata.

Donna di spalle tra piante di bamboo

Ti piace la Moda Sostenibile? 🙂

Federica e Cristian titolari di Vesti la natura

Vuoi un Mondo più Green? Parliamo di Moda Sostenibile e Cruelty Free. Ricevi Gratuitamente Aggiornamenti Mensili. Scopri i Negozi della Tua Città che Vendono Prodotti Ecologici

La Pianta di Bamboo

L’altezza di queste piante varia dai pochi centimetri fino a superare i 40 metri. Cresce velocemente in fitte foreste ed è una pianta molto invasiva la cui crescita va controllata per evitare l’invasione di terreni circostanti. La pianta di bamboo richiede 1/3 della quantità di acqua rispetto alla pianta di cotone, inoltre, non avendo parassiti naturali viene coltivata senza l’uso di sostanze chimiche (pesticidi, diserbanti ecc).

Possiamo quasi definirla una coltivazione biologica naturale.

Foresta di bamboo

Sviluppandosi in altezza la pianta di bamboo necessita di meno terreno coltivabile rispetto al cotone – che occupa una quantità molto più ampia di terreno a parità di fibra tessile estratta.

Cresce in posti caldi, principalmente in Sud America Africa e Asia, ed è direttamente in questi luoghi che avviene la lavorazione e l’estrazione artificiale della fibra di bamboo. Successivamente viene importata Europa e lavorata dalle industrie tessili locali.

L’utilizzo della pianta di bamboo copre un settore commerciale davvero vasto, una delle sue caratteristiche principali è senza dubbio la resistenza, pur essendo molto flessibile è quasi impossibile spezzarlo a mano e questo lo rende adatto a diversi impieghi: canne da pesca, telai di biciclette, vele di barche, viene utilizzato anche in ambito alimentare e farmaceutico.

Bamboo Fibra Tessile

Sempre più utilizzata dai brand di moda, la viscosa di bamboo dona all’abbigliamento un tocco brillante e di morbidezza. Viene spesso miscelata con altri tessuti ed è davvero perfetta in abbinamento con il cotone biologico. Una caratteristica unica del tessuto in bamboo è la sua qualità anti-batterica, dovuta ad un bio agente anti-microbico chiamato ‘bamboo kun’ che si trova naturalmente nella fibra: aiuta a ridurre i batteri che prosperano nei vestiti e di conseguenza sulla nostra pelle.

Non sappiamo con certezza se questo agente anti-microbico persista anche dopo la lavorazione della fibra.

Questa fibra tessile è estremamente elastica, tanto che i vestiti realizzati in 100% tessuto di bamboo non necessitano di essere miscelati con fibre elastiche come elastan, ed è anche un tessuto biodegradabile, il suo processo di decomposizione non provoca alcun tipo di inquinamento ambientale in quanto la sua estrazione viene effettuata senza l’uso di agenti tossici (se dispone delle giuste certificazioni tessili).

Caratteristiche del Bamboo


Qualità del Tessuto:

Le qualità del tessuto possono variare in base alla miscelazione con altre fibre. Esempio: con Elastan o Lycra si guadagna in elasticità.

  Traspirante
  Termoregolatore
  Anti-microbico
  Impermeabile
  Igroscopico
  Elastico
  Luminoso
  Morbido
  Non restringe/scolora
  Asciugatura rapida

Caratteristiche Ecologiche:

Le caratteristiche ecologiche del tessuto possono variare in base alle certificazioni tessili o alla miscelazione con altri tessuti.

  Naturale - Artificiale - Sintetico   A
  Biologico
  No OGM
  Biodegradabile
  Materia prima naturale
  Materia prima riciclata
  Estrazione meccanica
  Estrazione chimica
  DeTox
  Risparmio energetico
  Classe di sostenibilità   C

Certificazioni Tessili:

Le certificazioni che possono essere assegnate al tessuto, ma che variano in base a diversi fattori: azienda di produzione, brand di moda, miscelazione.

Global Organic Textile Standard
Organic Content Standard
Oeko-Tex
Bluesign
Global Recycle Standard
Plastica Seconda Vita
Reach
Animal Free
Peta
VeganOK
Fair Wear Foundation
FairTrade

Questa scheda la trovi solo su www.vestilanatura.it

Abbigliamento in Bamboo

L’abbigliamento in bamboo è altamente traspirante, tende a raccogliere l’umidità dalla pelle trasformandola in vapore e grazie a questa caratteristica può essere classificato come ‘quattro stagioni’, caldo l’inverno e fresco l’estate.

Molte aziende di moda sostenibile producono abbigliamento in bamboo per uomo e donna e capita sempre più spesso di vedere questo tessuto ecologico anche per abbigliamento da bambini.

L’abbigliamento in bamboo crea un piccolo schermo contro i raggi UV e se a diretto contatto con la pelle, nei caldi giorni d’estate aiuta a proteggerci dal sole,

L’abbigliamento in bamboo è molto morbido e quando indossato dona una piacevole sensazione di freschezza che permane anche dopo diverse ore. Spesso, data la naturale morbidezza dovuta alla composizione della fibra viene paragonato a cashmere o seta, ma noi lo riteniamo più simile a Lyocell e Modal (al tatto).

Manutenzione dei tessuti ecologici

Come si lava il Bamboo?

Il bamboo è un tessuto resistente che può essere lavato in lavatrice come il cotone tradizionale. Non necessita di lavaggi ad alta temperatura e quindi consigliamo un lavaggio a bassa temperatura per preservarne le caratteristiche. Asciuga rapidamente e non stropiccia.

Un lavaggio a bassa temperatura consente anche un risparmio energetico notevole, che accompagnato da detergenti Biologici aiuta a preservare l’ambiente.

In caso di necessità è possibile stirarlo a bassa temperatura.

Domande Frequenti – F.A.Q. –

Vuoi ulteriori informazioni sul Bamboo? Poni le tue domande usando il form sottostante, noi ti risponderemo più veloci di un lampo!

Fai la Tua Domanda!

Desideriamo farti sapere come conserveremo i tuoi dati, per quanto tempo e per quali finalità. Consulta la nostra Privacy Policy.




Le Nostre Risposte:


Seppure non esistano studi scientifici a riguardo, molte persone che soffrono di reazioni allergiche a tessuti naturali come lana, canapa oppure a microfibre sintetiche non lamentano problemi indossando abbigliamento in bamboo, che viene spesso definito un tessuto ipoallergenico. Attenzione: l’azienda di moda che realizza abbigliamento in bamboo deve essere certificata e rispettare i canoni di una produzione sostenibile che eviti l’utilizzo di sostanze tossiche durante tutta la fase di produzione. Un tessuto ecologico da solo non basta, lo abbiamo visto con le fibre naturali, le quali analizzate in laboratorio escono ricche di sostanze altamente nocive per la nostra pelle e per l’ambiente.

Logo Vesti la natura nero

Vesti la natura è una Vetrina per il movimento della moda etica e sostenibile e con oltre 10 mila visite mensili è la più ricca fonte di notizie su abbigliamento biologico, ecologico, accessori di moda, borse e scarpe cruelty free. Amiamo le novità e ci piace tenervi sempre aggiornati. Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere ulteriori informazioni e per contribuire all’evoluzione della..

Moda Sostenibile & Cruelty Free

Scopri quando e dove Acquistare Prodotti Ecologici nei Negozi della Tua Città.

Iscriviti Gratis

Bamboo dalla Pianta ai Vestiti

Cos’è il Bamboo?

Il bamboo (bambù) è una pianta sempreverde da cui è possibile ricavare la fibra tessile di bamboo, una viscosa artificiale di origine naturale. L’estrazione della fibra tessile avviene tramite processi chimici indotti dall’uomo, è quindi sbagliato definirlo un tessuto naturale come cotone, lana, canapa o lino.

Vista l’estrazione chimica è necessario acquistare abbigliamento in bamboo prodotto da aziende che utilizzano processi di lavorazione della fibra sostenibili e certificati:

  • Riduzione/riciclo del consumo di acqua durante le varie fasi di lavorazione.
  • Impianti di produzione di energia elettrica rinnovabile.
  • Depuratori di acque reflue industriali a norma.
  • Sostanze tossiche dannose per uomo -> ambiente -> animali sostituite da prodotti ecologici.
  • Riciclo delle sostanze chimiche e dell’energia utilizzata.

Donna di spalle tra piante di bamboo

Ti piace la Moda Sostenibile? 🙂

Federica e Cristian titolari di Vesti la natura

Vuoi un Mondo più Green? Parliamo di Moda Sostenibile e Cruelty Free. Ricevi Gratuitamente Aggiornamenti Mensili. Scopri i Negozi della Tua Città che Vendono Prodotti Ecologici

La Pianta di Bamboo

L’altezza di queste piante varia dai pochi centimetri fino a superare i 40 metri. Cresce velocemente in fitte foreste ed è una pianta molto invasiva la cui crescita va controllata per evitare l’invasione di terreni circostanti. La pianta di bamboo richiede 1/3 della quantità di acqua rispetto alla pianta di cotone, inoltre, non avendo parassiti naturali viene coltivata senza l’uso di sostanze chimiche (pesticidi, diserbanti ecc).

Possiamo quasi definirla una coltivazione biologica naturale.

Foresta di bamboo

Sviluppandosi in altezza la pianta di bamboo necessita di meno terreno coltivabile rispetto al cotone – che occupa una quantità molto più ampia di terreno a parità di fibra tessile estratta.

Cresce in posti caldi, principalmente in Sud America Africa e Asia, ed è direttamente in questi luoghi che avviene la lavorazione e l’estrazione artificiale della fibra di bamboo. Successivamente viene importata Europa e lavorata dalle industrie tessili locali.

L’utilizzo della pianta di bamboo copre un settore commerciale davvero vasto, una delle sue caratteristiche principali è senza dubbio la resistenza, pur essendo molto flessibile è quasi impossibile spezzarlo a mano e questo lo rende adatto a diversi impieghi: canne da pesca, telai di biciclette, vele di barche, viene utilizzato anche in ambito alimentare e farmaceutico.

Bamboo Fibra Tessile

Sempre più utilizzata dai brand di moda, la viscosa di bamboo dona all’abbigliamento un tocco brillante e di morbidezza. Viene spesso miscelata con altri tessuti ed è davvero perfetta in abbinamento con il cotone biologico. Una caratteristica unica del tessuto in bamboo è la sua qualità anti-batterica, dovuta ad un bio agente anti-microbico chiamato ‘bamboo kun’ che si trova naturalmente nella fibra: aiuta a ridurre i batteri che prosperano nei vestiti e di conseguenza sulla nostra pelle.

Non sappiamo con certezza se questo agente anti-microbico persista anche dopo la lavorazione della fibra.

Questa fibra tessile è estremamente elastica, tanto che i vestiti realizzati in 100% tessuto di bamboo non necessitano di essere miscelati con fibre elastiche come elastan, ed è anche un tessuto biodegradabile, il suo processo di decomposizione non provoca alcun tipo di inquinamento ambientale in quanto la sua estrazione viene effettuata senza l’uso di agenti tossici (se dispone delle giuste certificazioni tessili).

Caratteristiche del Bamboo


Qualità del Tessuto:

Le qualità del tessuto possono variare in base alla miscelazione con altre fibre. Esempio: con Elastan o Lycra si guadagna in elasticità.

  Traspirante
  Termoregolatore
  Anti-microbico
  Impermeabile
  Igroscopico
  Elastico
  Luminoso
  Morbido
  Non restringe/scolora
  Asciugatura rapida

Caratteristiche Ecologiche:

Le caratteristiche ecologiche del tessuto possono variare in base alle certificazioni tessili o alla miscelazione con altri tessuti.

  Naturale - Artificiale - Sintetico   A
  Biologico
  No OGM
  Biodegradabile
  Materia prima naturale
  Materia prima riciclata
  Estrazione meccanica
  Estrazione chimica
  DeTox
  Risparmio energetico
  Classe di sostenibilità   C

Certificazioni Tessili:

Le certificazioni che possono essere assegnate al tessuto, ma che variano in base a diversi fattori: azienda di produzione, brand di moda, miscelazione.

Global Organic Textile Standard
Organic Content Standard
Oeko-Tex
Bluesign
Global Recycle Standard
Plastica Seconda Vita
Reach
Animal Free
Peta
VeganOK
Fair Wear Foundation
FairTrade

Questa scheda la trovi solo su www.vestilanatura.it

Abbigliamento in Bamboo

L’abbigliamento in bamboo è altamente traspirante, tende a raccogliere l’umidità dalla pelle trasformandola in vapore e grazie a questa caratteristica può essere classificato come ‘quattro stagioni’, caldo l’inverno e fresco l’estate.

Molte aziende di moda sostenibile producono abbigliamento in bamboo per uomo e donna e capita sempre più spesso di vedere questo tessuto ecologico anche per abbigliamento da bambini.

L’abbigliamento in bamboo crea un piccolo schermo contro i raggi UV e se a diretto contatto con la pelle, nei caldi giorni d’estate aiuta a proteggerci dal sole,

L’abbigliamento in bamboo è molto morbido e quando indossato dona una piacevole sensazione di freschezza che permane anche dopo diverse ore. Spesso, data la naturale morbidezza dovuta alla composizione della fibra viene paragonato a cashmere o seta, ma noi lo riteniamo più simile a Lyocell e Modal (al tatto).

Manutenzione dei tessuti ecologici

Come si lava il Bamboo?

Il bamboo è un tessuto resistente che può essere lavato in lavatrice come il cotone tradizionale. Non necessita di lavaggi ad alta temperatura e quindi consigliamo un lavaggio a bassa temperatura per preservarne le caratteristiche. Asciuga rapidamente e non stropiccia.

Un lavaggio a bassa temperatura consente anche un risparmio energetico notevole, che accompagnato da detergenti Biologici aiuta a preservare l’ambiente.

In caso di necessità è possibile stirarlo a bassa temperatura.

Bamboo dalla Pianta ai Vestiti

Cos’è il Bamboo?

Il bamboo (bambù) è una pianta sempreverde da cui è possibile ricavare la fibra tessile di bamboo, una viscosa artificiale di origine naturale. L’estrazione della fibra tessile avviene tramite processi chimici indotti dall’uomo, è quindi sbagliato definirlo un tessuto naturale come cotone, lana, canapa o lino.

Vista l’estrazione chimica è necessario acquistare abbigliamento in bamboo prodotto da aziende che utilizzano processi di lavorazione della fibra sostenibili e certificati:

  • Riduzione/riciclo del consumo di acqua durante le varie fasi di lavorazione.
  • Impianti di produzione di energia elettrica rinnovabile.
  • Depuratori di acque reflue industriali a norma.
  • Sostanze tossiche dannose per uomo -> ambiente -> animali sostituite da prodotti ecologici.
  • Riciclo delle sostanze chimiche e dell’energia utilizzata.

Donna di spalle tra piante di bamboo

Ti piace la Moda Sostenibile? 🙂

Federica e Cristian titolari di Vesti la natura

Vuoi un Mondo più Green? Parliamo di Moda Sostenibile e Cruelty Free. Ricevi Gratuitamente Aggiornamenti Mensili. Scopri i Negozi della Tua Città che Vendono Prodotti Ecologici

La Pianta di Bamboo

L’altezza di queste piante varia dai pochi centimetri fino a superare i 40 metri. Cresce velocemente in fitte foreste ed è una pianta molto invasiva la cui crescita va controllata per evitare l’invasione di terreni circostanti. La pianta di bamboo richiede 1/3 della quantità di acqua rispetto alla pianta di cotone, inoltre, non avendo parassiti naturali viene coltivata senza l’uso di sostanze chimiche (pesticidi, diserbanti ecc).

Possiamo quasi definirla una coltivazione biologica naturale.

Foresta di bamboo

Sviluppandosi in altezza la pianta di bamboo necessita di meno terreno coltivabile rispetto al cotone – che occupa una quantità molto più ampia di terreno a parità di fibra tessile estratta.

Cresce in posti caldi, principalmente in Sud America Africa e Asia, ed è direttamente in questi luoghi che avviene la lavorazione e l’estrazione artificiale della fibra di bamboo. Successivamente viene importata Europa e lavorata dalle industrie tessili locali.

L’utilizzo della pianta di bamboo copre un settore commerciale davvero vasto, una delle sue caratteristiche principali è senza dubbio la resistenza, pur essendo molto flessibile è quasi impossibile spezzarlo a mano e questo lo rende adatto a diversi impieghi: canne da pesca, telai di biciclette, vele di barche, viene utilizzato anche in ambito alimentare e farmaceutico.

Bamboo Fibra Tessile

Sempre più utilizzata dai brand di moda, la viscosa di bamboo dona all’abbigliamento un tocco brillante e di morbidezza. Viene spesso miscelata con altri tessuti ed è davvero perfetta in abbinamento con il cotone biologico. Una caratteristica unica del tessuto in bamboo è la sua qualità anti-batterica, dovuta ad un bio agente anti-microbico chiamato ‘bamboo kun’ che si trova naturalmente nella fibra: aiuta a ridurre i batteri che prosperano nei vestiti e di conseguenza sulla nostra pelle.

Non sappiamo con certezza se questo agente anti-microbico persista anche dopo la lavorazione della fibra.

Questa fibra tessile è estremamente elastica, tanto che i vestiti realizzati in 100% tessuto di bamboo non necessitano di essere miscelati con fibre elastiche come elastan, ed è anche un tessuto biodegradabile, il suo processo di decomposizione non provoca alcun tipo di inquinamento ambientale in quanto la sua estrazione viene effettuata senza l’uso di agenti tossici (se dispone delle giuste certificazioni tessili).

Caratteristiche del Bamboo


Qualità del Tessuto:

Le qualità del tessuto possono variare in base alla miscelazione con altre fibre. Esempio: con Elastan o Lycra si guadagna in elasticità.

  Traspirante
  Termoregolatore
  Anti-microbico
  Impermeabile
  Igroscopico
  Elastico
  Luminoso
  Morbido
  Non restringe/scolora
  Asciugatura rapida

Caratteristiche Ecologiche:

Le caratteristiche ecologiche del tessuto possono variare in base alle certificazioni tessili o alla miscelazione con altri tessuti.

  Naturale - Artificiale - Sintetico   A
  Biologico
  No OGM
  Biodegradabile
  Materia prima naturale
  Materia prima riciclata
  Estrazione meccanica
  Estrazione chimica
  DeTox
  Risparmio energetico
  Classe di sostenibilità   C

Certificazioni Tessili:

Le certificazioni che possono essere assegnate al tessuto, ma che variano in base a diversi fattori: azienda di produzione, brand di moda, miscelazione.

Global Organic Textile Standard
Organic Content Standard
Oeko-Tex
Bluesign
Global Recycle Standard
Plastica Seconda Vita
Reach
Animal Free
Peta
VeganOK
Fair Wear Foundation
FairTrade

Questa scheda la trovi solo su www.vestilanatura.it

Abbigliamento in Bamboo

L’abbigliamento in bamboo è altamente traspirante, tende a raccogliere l’umidità dalla pelle trasformandola in vapore e grazie a questa caratteristica può essere classificato come ‘quattro stagioni’, caldo l’inverno e fresco l’estate.

Molte aziende di moda sostenibile producono abbigliamento in bamboo per uomo e donna e capita sempre più spesso di vedere questo tessuto ecologico anche per abbigliamento da bambini.

L’abbigliamento in bamboo crea un piccolo schermo contro i raggi UV e se a diretto contatto con la pelle, nei caldi giorni d’estate aiuta a proteggerci dal sole,

L’abbigliamento in bamboo è molto morbido e quando indossato dona una piacevole sensazione di freschezza che permane anche dopo diverse ore. Spesso, data la naturale morbidezza dovuta alla composizione della fibra viene paragonato a cashmere o seta, ma noi lo riteniamo più simile a Lyocell e Modal (al tatto).

Manutenzione dei tessuti ecologici

Come si lava il Bamboo?

Il bamboo è un tessuto resistente che può essere lavato in lavatrice come il cotone tradizionale. Non necessita di lavaggi ad alta temperatura e quindi consigliamo un lavaggio a bassa temperatura per preservarne le caratteristiche. Asciuga rapidamente e non stropiccia.

Un lavaggio a bassa temperatura consente anche un risparmio energetico notevole, che accompagnato da detergenti Biologici aiuta a preservare l’ambiente.

In caso di necessità è possibile stirarlo a bassa temperatura.