Logo Vesti la natura bianco
Scopri Fur Free

Fur Free

Logo Fur Free

Cos’è Fur Free?

Fur Free è un programma internazionale supportato da LAV (Lega Anti Vivisezione) e da altre 40 organizzazioni a tutela dei diritti animali, le quali insieme compongono la Fur Free Alliance (FFA). L’obbiettivo di Fur Free è convincere brand di moda ad utilizzare materiali alternativi alle pellicce animali:

Visoni, volpi, procioni, coniglii, ermellini, zibellini, scoiattoli, agnellini, cani e gatti sono gli animali allevati in modo intensivo per la loro pelliccia. Parliamo di oltre 70 milioni di animali torturati in tutto il mondo. A dimostrazione del fatto che l’industria tessile, oltre ad essere la seconda più inquinante al mondo, occupa il gradino più alto del podio quando parliamo di crudeltà verso il mondo animale.

Vesti la natura è su Facebook!

Federica e Cristian titolari di Vesti la natura

Ciao 😉
Ti piace la Moda Sostenibile e Cruelty Free?

Standard Fur Free

Questo standard di certificazione è limitato esclusivamente alle pellicce ottenute da allevamenti di animali, oppure da animali selvaggi catturati cacciandoli nei loro habitat naturali. Altri materiali, come la pelle di pecora conciata con la lana, sono derivati ​​da animali che, a differenza degli animali da pelliccia, vengono principalmente allevati per il cibo.

Pelle di pecora, pelle di mucca, pelle di agnello o di altri animali sono considerati sottoprodotti dell’industria alimentare e quindi non classificati come “pellicce” – secondo la definizione del programma Fur Free Retailer.

Tuttavia, l’unico modo per essere certi che nessun animale abbia sofferto per un oggetto di moda è acquistare o vendere prodotti privi di materiali di origine animale. Quando parliamo di moda, sappiamo che le catene di approvvigionamento sono complesse e raramente è possibile identificare e rintracciare la fonte del materiale alle sue origini, per non parlare delle garanzie sugli standard di benessere degli animali.

Come aderire al Programma Fur Free

Qualsiasi brand di moda può aderire al Programma Fur Free, purché venda articoli di abbigliamento o prodotti tessili. Oltre a collaborare con i rivenditori di abbigliamento, il programma Fur Free Retailer è anche partner di designer compassionevoli, celebrità, riviste e altri leader del settore tessile che aiutano a promuovere la moda sostenibile.

Per aderire al programma Fur Free Retailer i rivenditori si impegnano per iscritto a non vendere prodotti realizzati con pelliccia animale. Se hai una azienda e vuoi aderire al programma Fur Free clicca qui.

Aziende Fur Free

Circa 1000 tra brand di moda, grandi catene di distribuzione, aziende tessili e retailer di abbigliamento in 24 paesi del mondo hanno aderito al programma Fur Free. Tra questi segnaliamo solo i più famosi:

È davvero emozionante vedere sempre più marchi di moda che adottano una politica Cruelty Free. Le aziende non desiderano più essere associate a crudeltà su animali. Lo spostamento dell’industria verso una moda senza pelliccia coincide con un drammatico aumento delle preoccupazioni sociali di noi consumatori.

Le persone sono oggi consapevoli di animali selvatici che languiscono in trappole di acciaio per giorni, o vivono la loro vita in allevamenti intensivi che causano in loro paura, pazzia, automutilazione e una morte orribile.

Fur Free è Cruelty Free?

Acquistando prodotti con etichetta Fur Free non acquistiamo abbigliamento vegan. Come abbiamo detto Fur Free si limita ad escludere le pellicce, ma non pelle, piume, lana e seta. Per essere certi di acquistare da brand di moda vegani si deve cercare un altro tipo di etichetta: Animal Free Fashion, PETA o VeganOK.

Fur Free è comunque un impegno concreto per i brand, un buon inizio. Essendo un progetto di LAV, come lo è anche Animal Free Fashion, la speranza è quella di vedere marchi di moda aderire al progetto Animal Free Fashion utilizzando sempre meno materiali di origine animale nelle loro collezioni.

Le Pellicce “Ecologiche”

L’industria della pelliccia promuove i suoi prodotti come “ecologici”, ma in realtà la produzione di pellicce è un processo altamente tossico, oltre a consumare un’infinita quantità di risorse energetiche. Diversi comitati europei per gli standard pubblicitari, hanno stabilito che la pubblicità di “pelliccia ecologica” è semplicemente falsa e fuorviante.

Gli animali da riproduzione sfruttati per la loro pelliccia sono dispendiosi per l’ecosistema, soprattutto per un inutile prodotto di vanità. Oltre a ciò, il deflusso di rifiuti prodotto da milioni di animali concentrati in allevamenti intensivi danneggia il suolo e i corsi d’acqua.

Oggi non esiste nessuna fibra tessile con impatto ambientale pari a zero

La pelliccia viene trattata con sostanze chimiche cancerogene durante il processo di concia e può essere tinta o sbiancata usando composti tossici aggiuntivi. La ricerca internazionale ha dimostrato che la maggior parte delle pellicce contiene tossine che rappresentano un serio rischio per la salute del consumatore.

Se tralasciamo gli allevamenti intensivi, allo stato selvatico l’uccisione e il ferimento di specie minacciate o in via di estinzione è un vero e proprio disastro per l’intero ecosistema, ma certamente ha un impatto ambientale meno pesante rispetto rispetto agli allevamenti.

Con un numero sempre maggiore di marchi di moda, e sempre più paesi che vietano la vendita e l’importazione di pellicce, si crea una grande opportunità per l’innovazione, una sfida che tutti i marchi saranno costretti ad affrontare molto presto.

L’amministratore delegato di Gucci, Marco Bizzarri, ha dichiarato: “La creatività può saltare in molte direzioni diverse invece di usare pellicce”. Strizzando l’occhio a prodotti derivati da bio-fabricazioni, dove la pelle e la pelliccia possono essere coltivate in laboratorio senza crudeltà sugli animali o impatti ambientali negativi.

Logo Vesti la natura Eco Fashion Style

Vesti la natura è un blog di moda, una vetrina per il movimento della moda etica, sostenibile e vegan. Con oltre 100.000 visite nel 2018, si conferma come la più ricca fonte di notizie su brand di moda, abbigliamento biologico, vegan ed ecologico, borse, scarpe, e accessori di moda a basso impatto ambientale.

Moda Sostenibile e Cruelty Free?

Ricevi Gratis la nostra Guida

Basta aspettare, dobbiamo agire!

L’industria tessile è la seconda più inquinante al mondo. Iscriviti, ricevi la nostra Guida e scopri di più su:

Moda Sostenibile e Vegan

Tessuti e certificazioni tessili

Contenuti dal blog

Anteprime su brand di moda

Prodotti Ecologici nella Tua Città!

Grazie al nuovo progetto ECOFASHION sarai il primo a sapere quando Prodotti Ecologici saranno disponibili nei negozi della Tua Città.

Ehi.. non andare via così!

Ricevi Gratis la nostra Guida

Basta aspettare, dobbiamo agire!

L’industria tessile è la seconda più inquinante al mondo. Iscriviti Gratis e scopri di più su:

Moda Sostenibile e Vegan

Tessuti e certificazioni tessili

Contenuti dal blog

Anteprime su brand di moda

Prodotti Ecologici nella Tua Città!

Grazie al nuovo progetto ECOFASHION sarai il primo a sapere quando Prodotti Ecologici saranno disponibili nei negozi della Tua Città.

Guida alla Moda Sostenibile e Cruelty Free

La ricevi subito via email, Gratis!